Cerca

Vatican News

Verso il Sinodo Giovani: la musica dei “The Sun”

I “The Sun” sono i quattro ragazzi vicentini che questa sera al Circo Massimo apriranno l’incontro dei ragazzi italiani con Papa Francesco

Luisa Urbani – Città del Vaticano

E' la musica dei “The Sun” a fare compagnia, questa sera al Circo Massimo, ai 70mila ragazzi, arrivati da tutta Italia per incontrare il Papa, in occasione dell’evento organizzato dalla Conferenza Episcopale Italiana che li prepara al Sinodo di ottobre.

L’origine da rock band

“I ‘The Sun’ – racconta a Vatican News Francesco Lorenzi, autore, cantante e chitarrista del gruppo - sono una band rock originaria di Thiene, in provincia di Vicenza. Il gruppo è il risultato dell'evoluzione artistica della punk rock band indipendente ‘Sun Eats Hours’. Abbiamo iniziato a suonare nel 1997, in dieci anni abbiamo fatto centinaia di concerti, però, quell’ambiente, fatto di vizi ed eccessi, ci aveva fatto perdere la giusta strada e, quello che era un sogno, si stava trasformando in un incubo”.

La storia dei "The Sun"

La conversione ai valori cristiani

Un incubo che ha poi portato i “The Sun” a vivere una crisi profonda che li ha spinti a porsi domande “sul senso della vita e anche sulla responsabilità nei confronti dei fan”. In questo contesto di grandi interrogativi, racconta ancora Francesco Lorenzi, “si sono inserite una serie di coincidenze che ci hanno portato all’Incontro con la "I" maiuscola: quello con Gesù Cristo. Un incontro che ha poi rivoluzionato profondamente la nostra vita, e quindi la nostra professione”. Così nel 2010, dopo una profonda crisi esistenziale vissuta a vari livelli dai membri della band, tra i “The Sun” nasce l’esigenza di proporre al pubblico un altro tipo di musica e di voler diffondere attraverso le canzoni i valori cristiani.

L'amicizia con Cristo ci ha salvati

Da anni quindi, i quattro ragazzi di Vicenza si esibiscono, oltre che negli stadi e nelle piazze, anche in occasioni di grandi eventi  religiosi, come è stato per la Giornata mondiale della Gioventù di Cracovia di due anni fa . E anche per il  Pellegrinaggio dei giovani a Roma, questa sera, manifestano tutto il loro entusiasmo. “Sentiamo la responsabilità di questo evento - conclude Francesco Lorenzi-  è un' occasione di confronto e riflessione. Faremo del nostro meglio e trarremo spunto dalla nostra esperienza per trasmettere ciò che ha salvato e salva la nostra vita tutti i giorni: l’amicizia con Cristo”. 

11 agosto 2018, 14:30