Versione Beta

Cerca

VaticanNews
crocifisso crocifisso 

Christian Krieger è il nuovo presidente della Conferenza delle Chiese europee

Dal 4 giugno, la Conferenza delle Chiese europee ha un nuovo presidente, il rev. Christian Krieger e, come vice-presidenti, il metropolita (Patriarcato ecumenico) Cleopas Strongylis e la rev. Gulnar Francis-Dehqani (Chiesa d’Inghilterra)

Rafforzare il dialogo e l'incontro sono i principali obiettivi del nuovo presidente della Conferenza delle Chiese europee (CCE) che, come riportato dall'Agenzia SIR, ha dichiarato: “Il primo obiettivo appartiene alla comunità delle Chiese in Europa. Voglio rafforzare il dialogo, l’incontro. Il secondo obiettivo riguarda invece la testimonianza delle Chiese in Europa e all’Europa e l’impegno a rafforzare anche il lavoro nel sociale, a partire dai problemi economici e dalle questioni migratorie”.

Christian Krieger

Eletto ieri pomeriggio dall'Assemblea generale della Conferenza, Christian Krieger è presidente della Chiesa riformata in Alsazia e Lorena; vicepresidente sia dell’Unione delle Chiese protestanti in Alsazia e in Lorena sia della Federazione protestante di Francia.

Unità e impegno per i rifugiati

Priorità per i due nuovi vice-presidenti, anch' essi eletti ieri dall'Assemblea Generale della CCE, sono - come riporta ancora il SIR - "agire uniti come corpo di Cristo per un domani migliore, per un’Europa migliore e in particolare per i nostri giovani” e le "questioni relative ai rifugiati e al movimento di persone in tutta Europa”. A dichiararlo, rispettivamente il metropolita del Patriarcato ecumenico, Cleopas Strongylis, e la rev. Gulnar Francis-Dehqani che, come vescovo di Loughborough, dal 2017 serve la Chiesa d’Inghilterra.

 

05 giugno 2018, 11:52