Versione Beta

Cerca

VaticanNews
La Colombia aspetta la pace con tutti i gruppi ribelli La Colombia aspetta la pace con tutti i gruppi ribelli  (AFP or licensors)

Vescovi Colombia: “boicottaggio internazionale” su accordi pace

Si celebra oggi in Colombia, la Giornata nazionale per la Riconciliazione, indetta dalla Chiesa colombiana lo scorso novembre dopo la visita di Papa Francesco. Durante la Giornata si pregherà per la pace e la riconciliazione nel Paese

La Colombia – riferisce l’Agenzia Sir - sta vivendo un momento di grande incertezza per la lenta applicazione dell’accordo di pace con le Farc, la fase di stasi che attraversano le trattative con l’altra guerriglia dell’Eln, le violenze perpetrate da gruppi dissidenti delle Farc dediti al narcotraffico e da bande paramilitari in molte zone periferiche del Paese.

Oltre 100 sacerdoti presenti

A questo proposito l’arcivescovo di Cali, mons. Darío de Jesús Monsalve Mejia, ha parlato nel corso di un incontro promosso nella sua città, capoluogo del dipartimento di Valle del Cauca, per fare il punto sul processo di pace. Per l’occasione si sono ritrovati alcuni vescovi di zone ancora coinvolte in violenze e violazioni continue dei diritti umani, come mons. Ómar Alberto Sánchez, vescovo di Tibú, nella provincia di Catatumbo, uno degli epicentri delle ancora vive attività di gruppi guerrglieri come l’Eln e ciò che resta del gruppo maoista dell’Epl, e mons. Juan Carlos Barreto, vescovo di Quibdó, capoluogo del dipartimento occidentale del Chocó. All’incontro hanno partecipato oltre 100 sacerdoti, religiose e religiosi.

Essenziale per la costruzione della pace

L’apporto della popolazione, si è detto durante il convegno, è essenziale per la costruzione della pace. Tuttavia, ha denunciato mons. Monsalve, le cui parole sono state riportate da tutti i principali organi d’informazione colombiani, “ci sono alcune condizioni che hanno permesso la continua presenza di gruppi illegali”. Il presule ha denunciato pressioni internazionali e “il boicottaggio che si sta applicando della realizzazione degli Accordi con le Farc”, citando apertamente l’Amministrazione statunitense.

Proteggere la popolazione

Ha suscitato un forte dibattito in Colombia l’ordine di cattura proveniente dagli USA per Jesús Santrich, uno dei leader delle Farc e neoparlamentare. Mons. Monsalve ha chiesto anche “protezione” per la popolazione che si rende parte attiva del processo di pace e riconciliazione, mentre mons. Barreto ha esortato a “continuare sulla strada dei negoziati”, in riferimento soprattutto alla trattativa con l’Eln. (Agenzia Sir)

 

03 maggio 2018, 10:11