Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Iniziativa dei Giovani di Sant'Egidio per la Pace Iniziativa dei Giovani di Sant'Egidio per la Pace 

Giovani per la pace a Roma per dire no alle armi e alla violenza

A Roma, iniziativa del movimento giovanile per la pace della Comunità di Sant'Egidio, ispirata dalla marcia dei ragazzi americani contro le armi e la violenza.

Alessandro Gisotti – Città del Vaticano

Una manifestazione contro le armi e la violenza per dire no a tutte le guerre. A promuoverla sono i “Giovani per la pace”, movimento giovanile legato alla Comunità di Sant’Egidio che ha chiamato a raccolta ragazzi di tutta Roma ad un evento in programma il pomeriggio del 4 maggio all’Istituto Tecnico Industriale Galilei. Nella manifestazione – informa un comunicato degli organizzatori – sono previsti interventi di giovani attivi nella solidarietà, racconti sulla guerra e la memoria, ricordo delle vittime delle armi con un flash mob. Ci saranno inoltre video, poster e altre iniziative per dare forza ad una dimensione concreta della pace.

Giovani italiani e americani uniti contro la violenza

La manifestazione di “Giovani per la pace”, che sono presenti in diverse città d’Italia e del mondo, vuole in particolare collegarsi alla March for our lives, il movimento statunitense di giovani contro le armi, che ha mobilitato 800 mila persone dopo la sparatoria di Parkland e riveste un particolare significato nel 50.mo della morte di Martin Luther King, simbolo sempre vivo della nonviolenza. Tra gli organizzatori ci sono anche giovani siriani arrivati con i "corridoi umanitari", che hanno conosciuto l’orrore della guerra e il dramma della vita dei profughi. La proposta di questi giovani liceali e universitari - prosegue la nota - è dunque di “aprire nella città degli spazi che colmino vuoti di proposte e di idee”.​

“Giovani per la pace” impegnati per i bisognosi di Roma

A Roma, i “Giovani per la Pace”​ sono particolarmente impegnati nella periferia in 25 centri gratuiti per il sostegno all’educazione​ dei bambini, noti come “Scuole della Pace”. Altri giovani del movimento visitano ogni settimana gli anziani​ che vivono nelle case di riposo. Durante tutto l’anno il movimento legato a Sant’Egidio è impegnato nell’aiutare le persone​ che vivono in strada. 

02 maggio 2018, 11:20