Versione Beta

Cerca

Vatican News
Il cardinale George Pell Il cardinale George Pell  (AFP or licensors)

Il cardinal Pell sarà processato in Australia

“Non colpevole”: così si è dichiarato il cardinale George Pell al tribunale di Melbourne, che oggi ha deciso di rinviarlo a giudizio, con l’accusa di abusi sessuali

Il cardinale George Pell sarà processato in Australia con l'accusa di abusi sessuali, risalenti a diversi anni fa. La decisione è arrivata oggi dal tribunale di Melbourne. Il magistrato Belinda Wallington ha respinto alcune delle più gravi accuse, che erano state ascoltate durante l'udienza preliminare di quattro settimane fa a Melbourne, ma ha deciso che ci sono elementi sufficienti per giustificare un processo davanti a una giuria. “Non colpevole” si è dichiarato con voce ferma il porporato australiano di 76 anni, a cui il Papa, nel giugno dello scorso anno, ha concesso un periodo di congedo dalla carica di prefetto della Segreteria per l’Economia, per potersi difendere.

"La Santa Sede - ha dichiararto il direttore della  Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke - prende atto della decisione emanata dall’autorità giudiziaria in Australia" riguardante il cardinale George Pell. " L’anno scorso il Santo Padre gli aveva concesso un periodo di congedo per potersi difendere dalle accuse che gli erano state contestate", prosegue ricordando che "tale disposizione rimane tuttora valida" .

01 maggio 2018, 09:05