Versione Beta

Cerca

Vatican News
Assemblea plenaria dei vescovi brasiliani Assemblea plenaria dei vescovi brasiliani 

Vescovi brasiliani: la nostra Chiesa è viva, dinamica e missionaria

Si conclude domani al santuario di Aparecida l’Assemblea plenaria dei vescovi del Brasile, un evento che coinvolge 400 presuli provenienti da tutto il Paese. Sui contenuti e sulle conclusioni dell’assise, il vescovo di Carauru mons. Bernardino Marchiò

Silvonei Protz - Aparecida, Brasile

All’ordine del giorno dell’Assemblea è stata la formazione dei seminaristi e quella permanente dei sacerdoti. Affrontati anche i problemi che sta attraversando il Brasile dal punta di vista politico, economico e sociale. In vista delle prossime elezioni politiche di ottobre, i partiti politici di sinistra e di destra vogliono attirarsi la Chiesa dalla loro parte. “Ma la missione della Chiesa – afferma mons. Bernardino Marchiò, vescovo di Carauru – è quella di portare il Vangelo che ci parla dell’unità, del rispetto, della dignità della persona umana. La Chiesa – continua il presule – non può prendere una posizione politica legata a qualche partito”. In questo senso i vescovi stanno preparato dei documenti sulle sfide del Brasile a livello sociale e sulle prossime elezioni di ottobre. “Il punto centrale – sottolinea mons. Marchiò – è che la Chiesa deve dialogare con tutte le forze politiche del Brasile”. Nel corso dei lavori dell’Assemblea, i vescovi hanno fatto una riflessione sulla liturgia, sulla catechesi e sui movimenti ecclesiale e le nuove comunità. “Dal dibattito – afferma il vescovo di Carauru – è emersa una Chiesa viva. Dinamica e missionaria”

Ascolta l'intervista a mons. Marchiò
19 aprile 2018, 12:03