Cerca

Vatican News
Chiesa cinese Chiesa cinese  (AFP or licensors)

Mons. Gallagher: Chiesa in Cina dà frutti nel rispetto dell’identità

"La missione della Chiesa in Cina oggi è quella di essere 'pienamente cattolici e genuinamente cinesi', rendendo il Vangelo di Gesù accessibile a tutti e ponendolo al servizio del bene comune". Così mons. Paul Gallagher, Segretario vaticano per i rapporti con gli Stati, intervenendo ad un convegno alla Gregoriana

Mons. Gallagher ha ricordato che "nel tempo, le relazioni tra Cina e Chiesa cattolica hanno attraversato fasi diverse, alternando momenti di cooperazione proficua e di grande incomprensione e ostilità, portando, a volte, a situazioni in cui la comunità dei fedeli ha vissuto una grande sofferenza. Tuttavia – ha sottolineato il presule-, esaminando attentamente le questioni, il metodo che in passato ha reso possibile un incontro fruttuoso tra il 'mondo cristiano' e il 'mondo cinese', è stato quello dell'inculturazione della fede attraverso l'esperienza concreta della conoscenza, della cultura artistica dell'amicizia con il popolo cinese".

L’intervento del card. Tong

Ai lavori in corso alla Gregoriana è intervenuto anche il cardinale cinese John Tong Hon che ha sottolineato quanto l'importanza del dialogo "sia indispensabile". "La comunità cristiana e la società cinese - ha detto il card. Tong - sono attualmente le più grandi comunità del mondo, ciascuna con la sua profonda cultura e la sua storica tradizione". Ma se ciascuno fa un passo e ci si avvicina "si contribuisce all'arricchimento reciproco e alla coesistenza pacifica".

Il ruolo dei Gesuiti in Cina

Il rettore della Gregoriana, padre Nuno da Silva Goncalves, ha ricordato i Gesuiti che nella storia hanno dato un impulso decisivo all'incontro tra la cristianità e il popolo cinese:
padre Alessandro Valignano e padre Matteo Ricci. "La ricca esperienza del passato - ha concluso - è ancora ispirazione per la Chiesa cattolica di oggi".
 

23 marzo 2018, 11:24