Versione Beta

Cerca

Vatican News
Assemblea plenaria della Comece Assemblea plenaria della Comece 

Mons. Hollerich è il nuovo presidente della Comece

L'arcivescovo di Lussemburgo succede al cardinale Reinhard Marx alla guida della Commissione degli episcopati della Comunità Europea

Michele Raviart - Città del Vaticano

Mons. Jean Claude Hollerich, arcivescovo di Lussemburgo, è stato nominato presidente della Comece, l’organo che riunisce a Bruxelles i delegati delle conferenze episcopali dei Paesi membri dell’Unione Europea. Gesuita con numerose esperienze di studio e insegnamento in Giappone, mons. Hollerich, è stato nominato arcivescovo di Lussemburgo da Papa Benedetto XVI il 12 luglio del 2011 e resterà in carica alla Comece per cinque anni.

Mons. Hollerich: "cristiani cittadini impegnati per l'Europa"

Commentando la sua elezione, mons. Hollerich si è detto “pronto a lavorare insieme a tutte le persone di buona volontà impegnate nel rispetto e nella protezione della dignità umana”. Confermato anche l’impegno nel portare avanti il dialogo con le istituzioni europee per un progetto di pace con alla base il bene comune. “I cristiani non sono un gruppo di interesse che parla in favore delle religioni”, ha detto il nuovo presidente, “ma sono cittadini europei impegnati nella costruzione dell’Europa, la nostra casa comune”.

Mons. Marx: "la Chiesa in Europa è costruttrice di ponti"

Mons. Hollerich succede al cardinale Reinhard Marx,  arcivescovo di Monaco e Frisinga, che ha ricoperto la carica negli ultimi sei anni. La Chiesa in Europa “è una costruttrice di ponti tra Oriente e Occidente, tra persone e opinioni”, ha detto il card. Marx in occasione della Plenaria della Comece, durata tre giorni e conclusa oggi, ribadendo il ruolo dei vescovi europei in un continente che sta vivendo una fase di “tensione politica” e un’”incomprensione reciproca a livello sociale”.

Nominati anche quattro vicepresidenti 

Il passaggio di consegne sancito con una speciale “Messa per l’”Europa” nella cattedrale di Notre-dame du Sablon di Bruxelles, alla presenza del vescovo della città, il cardinale Joseph de Kesel. Eletti anche quattro vicepresidenti: mons. Noel Treanor (Irlanda), mons. Mariano Crociata (Italia), mons. Jan Vokal (Repubblica Ceca) e mons. Franz-Josef Overbeck (Germania). L’assemblea plenaria ha poi nominato mons. Rimantas Norvila (Lituania) presidente della Commissione delle Relazioni Esterne dell’Unione Europea, mons. Antoine Herouard (Francia) presidente della Commissione sugli Affari Sociale e mons. Theodorus Cornelis Maria Hoogenboom (Paesi Bassi) presidente della Commissione Affari Legali.

08 marzo 2018, 18:49