Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Fedele in una chiesa cinese Fedele in una chiesa cinese  (AFP or licensors)

Chiesa in Cina: oltre 48mila battezzati nel 2017

Ci sono stati 48.556 neo battezzati nel 2017 nella Cina continentale. Alla vigilia del Capodanno cinese le statistiche sono state pubblicate dalla “Società Culturale Faith” la quale precisa che “non sono complete” a causa della mancanza di dati sulle comunità cattoliche che vivono nelle aree rurali più remote, ma "rispecchiano la vitalità e il dinamismo missionario di una comunità che vive la fede in pienezza"

Secondo i dati pervenuti all’Agenzia Fides, la provincia di He Bei, roccaforte del cattolicesimo cinese, per l’ennesima volta è al primo posto con i suoi 11.899 battezzati. Tra questi, la comunità di Xing Tai ha avuto 3.645 battezzati e la diocesi di Han Dan 3.059. Inoltre, anche la sperduta comunità nella provincia di Hai Nan ha avuto 38 battezzati.

Battesimi nelle regioni musulmane e buddiste

Nella zona dove risiede un alto numero di popolazione musulmana come l’amministrazione autonoma di Xin Jiang (nella Cina occidentale), si sono registrati 66 battesimi, mentre 128 sono quelli della provincia di Ning Xia e 54 a Qing Hai. Anche la minuscola comunità cattolica nel Tibet, immersa nell’ambiente del buddismo tibetano, ha accolto 11 nuovi cattolici. Nella diocesi di Pechino i battezzati sono stati 1,099.

Le statistiche un invito a fortificare la fede

Secondo Faith Cultural Society, “nonostante le cifre incoraggianti e il grande impegno missionario profuso nelle comunità locali in tutta la Cina, dobbiamo sempre sentirci richiamati a un rinnovato impegno missionario. L’evangelizzazione in Cina è una lunga e difficoltosa strada da percorrere”. Nel contempo, si afferma, le statistiche pubblicate rappresentano “un invito e un appello perché dobbiamo fortificare la nostra fede e andare sempre avanti nel nostro cammino verso Cristo”.

I dati sul battesimo per constatare la crescita della Chiesa in Cina

Faith invita infine tutte le comunità a migliorare e a tenere sempre in ordine il proprio archivio e i registri parrocchiali, in modo da poter sempre avere dati certi e raccontare con chiarezza la storia della propria comunità, ma anche quella della intera Chiesa in Cina. I dati sui battesimi, conclude Faith, costituiscono anche un modo “per constatare la crescita della Chiesa e l’opera di evangelizzazione compiuta da Cristo”.
(N.Z. – Agenzia Fides)
 

17 febbraio 2018, 10:17