Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Militari e parenti delle vittime degli ultimi scontri in Venezuela Militari e parenti delle vittime degli ultimi scontri in Venezuela  (AFP or licensors)

Venezuela, violazioni diritti umani. Vescovi: vita è sacra

Con un comunicato della commissione Giustizia e Pace, la Conferenza episcopale interviene in relazione alle “esecuzioni extragiudiziali e alle morti di civili” denunciate negli ultimi giorni

Anna Poce - Città del Vaticano

La commissione Giustizia e Pace della Conferenza episcopale venezuelana (Cev) denuncia, attraverso un comunicato di ieri, il massacro perpetrato dalle forze militari il 15 gennaio scorso. Durante lo scontro armato, un gruppo di persone, tra cui l’ex poliziotto e pilota venezuelano Oscar Perez, ha perso la vita. Pérez si era ribellato contro il governo del presidente Nicolás Maduro nel 2017, attaccando gli edifici governativi con un elicottero.

La vita umana è sempre sacra, preziosa e inviolabile

I presuli sottolineano che “la vita umana è sempre sacra, preziosa e inviolabile” in relazione alle “esecuzioni extragiudiziali e alle morti di civili” denunciate. “Questo atto – mettono in luce - ci pone di fronte al degrado e al mancato rispetto della dignità e dei diritti umani di qualsiasi persona. Esistono una serie di prove che devono essere indagate e spiegate in maniera ragionevole ai familiari e all'intera comunità venezuelana".

Le autorità indaghino sulle violazioni dei diritti umani

La Conferenza episcopale del Venezuela chiede allo Stato di assicurarsi che le autorità pubbliche competenti indaghino “con la massima tempestività e obiettività” sulle violazioni dei diritti umani. Esorta, inoltre, l'ufficio del Procuratore Generale a consegnare ai parenti i corpi dei defunti, evitando la cremazione, al fine di determinare la causa del decesso; chiede ai tribunali di garantire le prove dell'operazione e alle autorità pubbliche di ricordare il loro dovere di garantire la giustizia. Raccomanda pure ai cittadini di non “abituarsi” all'aumento “dei casi di morti non chiarite o indagate, alla barbarie”.

Invito dei vescovi a pregare

Infine, i vescovi invitano tutti i credenti in Cristo ad intensificare la “preghiera al Signore della vita per le vittime, per i familiari e per il Venezuela”. “Perché conceda a tutti i venezuelani - concludono - la saggezza necessaria per trovare cammini di giustizia, di verità e di pace”.

19 gennaio 2018, 13:09