Versione Beta

Cerca

VaticanNews
Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo I Papa Francesco e il Patriarca Bartolomeo I 

Messaggio di Natale del Patriarca ecumenico Bartolomeo I

Il nostro mondo ancora una volta accoglie la venuta del Signore in mezzo a violenze, conflitti e mancanza di rispetto della dignità umana: lo scrive il Patriarca ecumenico Bartolomeo I nel suo messaggio in occasione del Natale

Anche quest’anno, le parole «Cristo è nato» risuonano «in un mondo pieno di violenza, di pericoloso conflitto, di disuguaglianze sociali e disprezzo dei diritti umani fondamentali»: lo scrive il Patriarca ecumenico Bartolomeo, arcivescovo di Costantinopoli, nel suo messaggio natalizio.

Nonostante il 2018 segni il 70.esimo anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani che esprime “gli ideali comuni e nobili che tutti i popoli e tutti i paesi devono rispettare con fermezza»,  il Patriarca sottolinea come ancora “vari abusi ed errate interpretazioni dei diritti umani minano il loro rispetto e la loro realizzazione”. «Continuiamo a non imparare dalla storia o a non voler imparare», afferma Bartolomeo.

E constata che neppure: “il dominio della tecnologia, le straordinarie conquiste della scienza e il progresso economico” hanno portato giustizia sociale e pace. Al contrario, osserva, oggi “l’indulgenza verso i ricchi è aumentata e la globalizzazione sta distruggendo le condizioni di coesione sociale e armonia”.  
Queste minacce contro la persona umana, scrive il Patriarca, non possono essere ignorate dalla Chiesa per la quale ogni essere umano è sacro ed esorta: “Lottiamo per la dignità umana, per la protezione della libertà e della giustizia umane, ben sapendo che la vera pace viene da Dio”.

Nella Chiesa, ricorda ancora il primate ortodosso, “sperimentiamo la libertà attraverso Cristo, in Cristo e con Cristo" e la libertà in Cristo è sempre orientata verso il prossimo, nell’amore. Questa è la garanzia per il futuro dell’umanità. Solo così, conclude l'arcivescovo, è possibile affrontare le grandi sfide del nostro mondo, che minacciano non solo il nostro benessere ma la nostra stessa sopravvivenza”.

 

22 dicembre 2017, 20:28